ItaliaCamp, e perché sta assieme

2012/12/28 § Lascia un commento

Se ho trascurato il blog – ‘orcamiseria se mi è mancato! – è soprattutto per via di ItaliaCamp, una realtà che ormai vi devo assolutamente raccontare non tanto perché ci sono finito dentro, ma perché vi riguarda. E già raccontandola emerge la sua eccezionalità: nonostante ciò che ItaliaCamp ha fatto e fa sia importante, tocca parlare del chi fa, e del come. È quella la parte davvero notevole, nonché la meno comunicabile (storie, traguardi e tutto il resto tanto li trovate in rete).

La scintilla è stata un gruppo di amici con una naturale propensione a collaborare per creare, organizzare, fare cose. Abbastanza raro, a ben pensarci. Quando organizzi qualcosa tra amici, il fine vero del fare le cose è quasi sempre l’amicizia stessa, stare insieme e divertirsi. Per questo gruppo, invece, accade il contrario: dato che stanno assieme e si divertono, fanno cose. L’amicizia è il mezzo. Così succede che, essendo oltretutto brillanti e capaci, le cose che fanno, le fanno anche bene, ormai da una decina d’anni.

Ora, questo nucleo originario ha avuto nel tempo la capacità di allargarsi mantenendo l’identità, sulla base di fiducia e sentimento. È stata un’apertura selettiva, permeabile solo da chi condivideva quel sentimento che poi diventava legame.

Per dire: in questo 2012 ItaliaCamp ha aperto delle sedi territoriali su base regionale. Cioè, un gruppo di almeno cinque persone in ogni regione d’Italia. Non ci conosciamo tutti, non necessariamente siamo o diventeremo amici, ma quando ci incontriamo abbiamo la sensazione di essere simili, di condividere non solo uno spazio, un tempo e un’età, ma anche una forza, un desiderio, un futuro. Un sentimento. E la voglia di fare, e di fare bene, e di farlo insieme.

Eppure siamo diversi in quello che facciamo, pensiamo, votiamo, viviamo. Perché stiamo assieme? C’è questo legame, questa urgente necessità di darsi da fare, di spendersi gratuitamente, attivamente.1

Sì, va bene, ma diccelo adesso: fare cosa?

Una risposta ambiziosa: cambiare il Paese, un pezzettino alla volta. Iniziando dalle soluzioni che già ci sono, che vanno solo scovate e portate a chi le può mettere in atto. Cercare e realizzare buone idee, quindi. O, ancora meglio, colmare la distanza tra una buona idea e la sua realizzazione.

È un mondo complesso questo, che si sta intricando ulteriormente e a velocità crescente. Pensare che le soluzioni migliori arrivino sempre dall’alto, e quindi da lontano, è anacronistico. E negli ultimi due anni ci siamo accorti di un fatto neppure troppo sorprendente: il nostro Paese è/gli italiani sono/noi siamo pieni di soluzioni, progetti e buone idee che, se messi in pratica, ci migliorano la vita a partire da adesso.

ItaliaCamp non è un partito, né lo diventerà. Ma credo sia profondamente politico. D’altra parte, la politica nasce dai problemi comuni e dalla necessità di risolverli insieme.

Forse è anche questo ritorno alla concretezza e all’immediatezza che ci unisce, chissà. Ma non basta, non spiega, e riaffiora, inaffondabile, la domanda di poco fa: perché stiamo assieme?

ItaliaCamp sta assieme perché sta assieme, si autoalimenta. Sì, ma non è una risposta.

La verità è che noi facciamo ipotesi, ma in fondo continuiamo a non averlo chiaro. Abbiamo però chiaro – e io credo sia la parte davvero importante e degna di attenzione – che, se e quando qualcuno riuscirà a finalmente a rispondere, avrà teorizzato qualcosa di nuovo. Un modello di collaborazione che nella pratica funziona già oggi, qui, al di là di ogni logica o calcolo individuale. Un modello che, per quel che ne sappiamo, è unico. E nel quale potrebbe nascondersi qualche pezzo di quel puzzle incompleto che è il nostro indecifrabile futuro.

Ecco, mi pare non sia poco.

———————–
1 A me piace pensare che questo sia un tratto caratteristico della mia generazione.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo ItaliaCamp, e perché sta assieme su eddaje!.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: