Waarschuwingsstelsel

2011/11/07 § 4 commenti

Paesi Bassi, primo lunedì del mese, ore 12: per poco meno di un minuto e mezzo s’ode ovunque una sirena. È il sistema d’allarme nazionale (quella parola spaventosa del titolo significa sistema d’allarme). Viene testato mensilmente per individuare eventuali malfunzionamenti, tenere la popolazione un po’ all’erta – ché il mondo mica è così sonnacchioso come sembra – e, indirettamente, mandarle anche un messaggio: state tranquilli che, se succede qualcosa di brutto, c’è qualcuno che ci pensa e ve lo fa sapere.
Quindi in caso di armageddon, apocalisse, invasione aliena o tedesca, gli olandesi possono avvertire tutti subito. Ma, com’è ovvio, il sistema può entrare in azione anche solo localmente (è successo a gennaio vicino a Dordrecht per un incendio in un impianto chimico).

Io fortunatamente non ho ancora avuto il dispiacere di sentirlo fuori orario, però so che cosa devo fare nel caso: entrare, o restare, in un edificio (a casa, se possibile), chiudere porte e finestre, accendere radio o TV e aspettare istruzioni. Facile. Anche rassicurante, se mai ci possa essere qualcosa di rassicurante durante una catastrofe.

Non sorprende che ci sia questo sistema: il paese è piccolo, obbediente, amante dell’organizzazione, esposto alle bizze del mare sovrastante e ancora traumatizzato dall’inondazione del ’53, che invase il 9% del territorio e fece più di 2500 vittime. Ma gli olandesi non sono gli unici ad avere qualcosa del genere: restando in Europa, ce l’hanno francesi, britannici, tedeschi, svizzeri (due tonalità a seconda del tipo di emergenza), rumeni e norvegesi.

Quello che mi sono chiesto oggi a mezzogiorno e tre secondi è stato: ma in Italia perché non ce l’abbiamo? Non credo si debba essere esperti in catastrofi naturali per capire che, in questi giorni, avrebbe potuto essere utile. O che potrebbe esserlo in futuro. Magari mi sbaglio, non so.

Però so che è triste sentirlo “a vuoto” qui, sapendo che non è suonato lì.

Tag:, , , ,

§ 4 risposte a Waarschuwingsstelsel

  • ila scrive:

    Venerdì sera ho sentito un mio amico di Genova che lavora per il Secolo XIX. Per fortuna, stava bene e ha perso solo l’auto.
    Brevemente mi ha descritto la situazione così:

    “guarda, sino alle 10 circa, nonostante l’allerta, nessuno poteva immaginare uno sfacelo così! sul sito avevo titolato “Il maltempo si fa attendere”, ed ero pronto con un poetico “Tanto tuonò che non piovve”!

    poi il disastro. ci sono dei video che fanno vedere bene come le piene dei torrenti siano state improvvise!”

    Quindi non so fino a che punto un eventuale sistema d’allarme come quello della sirena avrebbe potuto evitare il peggio. Ormai chi stava circolando in auto, era in balia delle correnti e la donna albanese che è morta assieme alle sue due bambine aveva proprio tentato di salvarsi rifugiandosi nell’antro di un palazzo.

    • Matteo scrive:

      Purtroppo non è che un allarme possa funzionare sempre. Penso a un terremoto, per esempio. Però, nella peggiore delle ipotesi, è inutile. E nella migliore è decisivo.

  • Attimo scrive:

    A Venezia, quando c’è acqua alta, suonano le sirene, mi hanno detto chi ci vive. In ogni caso, sento troppi esperti di Protezione Civile, in giro. Di sicuro, se piazzassero in Italia un sistema di allarme come quello olandese, fioccherebbero le proteste contro un ‘sistema’ inutile, sovvenzionato con ‘soldi statali che potrebbero essere destinati ad altre situazioni sicuramente più urgenti’. In Italia, non c’è nessuno che ‘decide’, forse è questo il punto.

  • Leonardo Fuser scrive:

    In Italia quando la notte si esce in ambulanza o con qualsiasi mezzo di soccorso non si attacca la sirena nemmeno se il servizio lo prevede (e nota bene che il codice della strada non fa distinzione tra giorno e notte), perchè si crea allarmismo e confusione e la gente s’incazza. Figurati gli allarmi nazionali, da provare una volta al mese poi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Waarschuwingsstelsel su eddaje!.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: